Rosa Barbato non ce l’ha fatta. È morta la 28enne napoletana dopo una lunga agonia causata da una emorragia cerebrale. ” Ora potrai riabbracciare il tuo papà”

Aveva subìto una decina di operazioni
sei in  Cronaca

1 mese fa - 8 Novembre 2021

Ha lottato per due anni come una leonessa, ma si dovuta arrendere alla battaglia.

Due anni di cure, di lotta affinché la 28enne riuscisse a riprendersi.

Due anni di appelli ,in cui si è cercato di raccogliere fondi ,per consentire le cure in una clinica di riabilitazione,
a Innsbruck in Austria.

Il quartiere di Secondigliano piange la giovane Rosa Barbato.

La 28enne fu colpita da aneurisma cerebrale.

Ha lottato con tutte le sue forze,
ma purtroppo negli ultimi giorni,
si è spenta.

Il cordoglio viaggia sui social.
“Mi unisco al vostro dolore per la perdita di Rosa Barbato.

In questi 2 anni ai lottato con tutte le tue forze .

In questo momento sarai nelle braccia del tuo adorato papà”, scrivono sui social.

L’incubo di Rosa, è cominciato
14 mesi fa, in una sera di giugno 2019.

Originaria di Napoli, si era da poco trasferita a Reggio Emilia per stare insieme al fidanzato, Alessandro,
anche lui napoletano.

Erano a cena quando lei si è sentita male all’improvviso.
Urlava, aveva delle fortissime vertigini, in pochi istanti ,
aveva perso conoscenza.

Erano i sintomi di una emorragia cerebrale. Era stata portata all’ospedale Franchini di Montecchio, poi al Maggiore di Parma.

Lì, la diagnosi: emorragia cerebrale causata da malformazione congenita.

A un passo dalla morte, è stata salvata da una decina di interventi chirurgici.

La madre lanciò una raccolta fondi

Da qui la scelta di lanciare un appello sulla piattaforma GoFundMe per chiedere un supporto.

Rosa Barbato non ce l’ha fatta. È morta la 28enne napoletana dopo una lunga agonia causata da una emorragia cerebrale. ” Ora potrai riabbracciare il tuo papà”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST primo piano