Attualità

Padre no vax rifiuta di essere intubato e muore: «Tanto guarisco lo stesso». “Papà accetta le cure” le ultime parole del figlio in videochiamata

Padre no vax rifiuta di essere intubato e muore: «Tanto guarisco lo stesso». “Papà accetta le cure” le ultime parole del figlio in videochiamata

Alessandro Mores, 48 anni,
era padre di tre figli.

Il più grande ,ha cercato disperatamente di convincerlo in videochiamata
a curarsi.

È morto a due ore dal ricovero.

Aveva contratto il Covid una quindicina di giorni fa.

Arrivato martedì 28 dicembre,
in condizioni disperate all’ospedale di Vicenza, nel reparto di rianimazione.

Ha rifiutato di farsi intubare, nonostante lo avessero informato,
che aveva poche chance di sopravvivenza, anzi poche ore.

Nonostante lo avesse pregato anche il figlio più grande, in un’ultima, disperata, videochiamata.

«Papà accetta le cure».
Ma quando il medico lo ha avvertito
che il suo cuore si sarebbe fermato di lì a poco.

Così come purtroppo è stato, ha invece prestato il consenso alla rianimazione.

Ma ogni tentativo di far tornare a battere il suo cuore è stato inutile.

Ed è stato dichiarato morto a due ore dal suo ingresso in ospedale.

L’ennesima vittima no vax ,si chiama Alessandro Mores, 48enne di Thiene ma originario del Veneziano, di San Giorgio al Tagliamento.

Padre di tre figli, agente di commercio, era un «no vax convinto» ,
come riferiscono i familiari.

Del resto i post contro i vaccini e i green pass ,che compaiono anche negli ultimi giorni, nel suo profilo Facebook, testimoniano la sua adesione alle idee che sminuiscono, quando non negano, la pandemia.

Condividi

Jennifer Pagano