Orrore al Pascale, violenza sessuale su due pazienti: sospeso primario di oncologia

1 mese fa
17 Settembre 2020
di redazione

Raffaele Tortoriello, il medico a cui oggi gli agenti della Polizia di Stato di Napoli hanno notificato una interdizione della durata di un anno emessa dall’autorita’ giudiziaria.

A lui gli inquirenti della Procura di Napoli e gli investigatori della Polizia di Stato contestano abusi sessuali su due pazienti aggravati dall’abuso di potere, dalla violazione dei doveri inerenti al pubblico servizio e dall’abuso di prestazioni d’opera.

Avrebbe, secondo le indagini, commesso gli abusi durante due visite specialistiche. Le due donne, conoscenti, si erano sottoposte a una mastoplastica additiva, verosimilmente per nascondere i danni provocati dalla neoplasia, e per questo motivo si erano rivolte a Tortoriello.

Pratiche, in un caso reiterate, che hanno suscitato dubbi nelle due pazienti le quali alla fine hanno deciso di denunciare i fatti agli inquirenti.

Ed e’ stato proprio durante le indagini degli investigatori della Squadra Mobile di Napoli e del Commissariato Arenella che sono emerse le incongruità.

Si era trattato, in entrambi i casi, di accertamenti che nulla avevano a che fare con le verifiche a cui il medico era deputato. Nel caso di una paziente si e’ trattato di un singolo episodio, nell’altro invece gli episodi sono stati reiterati.

Quest’ultima paziente si e’ accorta in ritardo che non si trattava di pratiche sanitarie. I fatti oggetto delle indagini risalgono al giugno 2018 e nel 2019, tra i mesi di agosto e novembre.

Gli abusi sessuali si sono verificati all’Istituto Tumori Pascale e anche nello studio privato di Tortoriello, che si trova nel quartiere Vomero della citta’.

temi di questo post