Nuova ordinanza di De Luca: cambiano gli orari di apertura dei bar e l’uso dei trasporti

1 giorno fa
14 Ottobre 2020
di redazione

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha firmato una nuova ordinanza che contiene ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. I punti salienti dell’ordinanza sono i seguenti: Per le attivita’ dei ristoranti, pizzerie, pub, vinerie e simili, trovano applicazioni le disposizioni del DPCM 13 ottobre 2020 (attivita’ consentite fino alle 24 con servizio al tavolo, fino alle 21 in assenza di servizio al tavolo); per i bar, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari, e’ disposto l’obbligo di chiusura dalle ore 23,00 alle ore 05,00 del giorno successivo, nei giorni dalla domenica al giovedi’, fatto salvo quant’altro previsto dal DPCM 13 ottobre 2020 (attivita’ consentite fino alle 24 con servizio al tavolo, fino alle 21 in assenza di servizio al tavolo); lo svolgimento di sagre e fiere e, in generale, di ogni attivita’ o evento il cui svolgimento o fruizione e’ consentito solo in forma statica e con postazioni fisse; e’ confermata la vigenza del Protocollo per le attivita’ di Wedding e cerimonie allegato all’ordinanza del 3 ottobre 2020 (con obbligo di nomina dei responsabili di sala e cucina per il rispetto delle norme anti Covid) ferme le limitazioni al numero dei partecipanti imposte dal DPCM 13 ottobre 2020.

Ma il cambiamento più importante è sui trasporti pubblici: “E’ fatto obbligo alle aziende del trasporto pubblico locale di modulare l’erogazione dei servizi minimi essenziali in modo da evitare il sovraffollamento dei mezzi di trasporto nelle fasce orarie della giornata in cui si registra la maggiore presenza di utenti”. Lo dispone l’ordinanza numero 78 firmata dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. “E’ fatto obbligo alle aziende di trasporto – si legge – di dare la massima diffusione alla nuova programmazione dei servizi essenziali a tutti gli utenti sui propri siti aziendali, alle fermate, alle stazioni e su ogni altro mezzo di comunicazione alle stesse in uso”.

temi di questo post