Napoli, in attesa del Granada segnali di pace tra Gattuso e De Laurentiis

L'allenatore riconosce al numero uno della società i meriti e le responsabilità nel gestire il club. Politano conferma l'unità della squadra col tecnico
di  Redaz. Sport
7 mesi fa - 18 Febbraio 2021

Dopo la tempesta, in casa Napoli sembra che gli animi si siano rasserenati. Ed è proprio Gennaro Gattuso, dopo la rabbia dei giorni scorsi, a tendere la mano ad Aurelio De Laurentiis.

Lo ha fatto in conferenza stampa. In occasione dell’incontro con i giornalisti per presentare la sfida tra qualche ora contro il Granada, il tecnico azzurro ha commentato così il rapporto con il presidente.

“Il presidente mette i soldi, compra i giocatori, paga gli stipendi e fa funzionare tutta la struttura del Napoli. Per questo da parte nostra bisogna avere sempre rispetto, anche se ci sono o ci possono essere discussioni o momenti difficili.

In un momento di difficoltà è giusto restare uniti e ci fa piacere sapere che De Laurentiis sia al nostro fianco”.  Segnali distensivi, dunque, a testimonianza del fatto che si rema tutti verso un’unica direzione: il quarto posto.

Il tecnico ha presentato la sfida contro il Granada parlando di “situazione di emergenza” per gli azzurri. Anche se ha sottolineato la volontà di fare una grande partita.

E la necessità di schierare in campo una squadra competitiva considerato che di fronte ci sarà una squadra atipica, dotata di grande velocità. Gattuso si è soffermato anche sulla condizione precaria della squadra, decimata da assenze e infortuni.

Ha commentato in particolare la situazione di Lozano: “E’ importante per noi, come tutti quelli che mancano. Lo scorso anno è stato al di sotto delle sue possibilità, quest’anno sta facendo cose importanti.

Inutile però piangersi addosso, affrontiamo gli impegni con grande serietà”.? Accanto al tecnico, in conferenza stampa, c’era anche Politano, che ha chiarito la natura del rapporto tra Gattuso e i calciatori.

“L’abbraccio a fine partita di sabato non era solo per la gioia della vittoria sulla Juve. Aveva anche un altro significato. Sono state dette tante cavolate sul mister, noi siamo sempre stati dalla sua parte e vincere quella partita era fondamentale per mettere fine a certe discussioni”.

Insomma, il clima in casa azzurra sembra essersi alleggerito. Il Napoli ora ha in testa due soli obiettivi: battere il Granada e conquistare un posto al sole in zona Champions.

Amelia Amodio

Napoli, in attesa del Granada segnali di pace tra Gattuso e De Laurentiis
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Sport Condividi adesso