Medicina sportiva, è ora di ricominciare a correre

Rovinosi gli effetti della pandemia soprattutto sulla popolazione giovanile: niente più movimento e sport, bambini e ragazzi sempre più attaccati ai computer, al cellulare o alla tv
sei in  Salute

7 mesi fa - 8 Aprile 2021

Medicina sportiva, è ora di ricominciare a correre

L’attività fisica è alla base della crescita del bambino. Non necessariamente legata ad una disciplina sportiva, la cui scelta è spesso condizionata dalla passione di un genitore.

La fase pandemica, con le conseguenti limitazioni generalizzate e talvolta ottuse, ha sostituito l’immagine dei bambini che si rincorrono con quelle delle interminabili sedute al computer in didattica a distanza. Seguite da quelle alla tv e al telefonino.

Annullando quasi completamente la fisicità, il contatto, il confronto prestazionale, tappe fondamentali per l’equilibrio psico-fisico. Il “vediamo chi arriva prima”, rudimentale gara di atletica leggera, sostituito dal movimento inutile di Tik Tok.

Le partitine improvvisate sui marciapiedi dopo la scuola, spazzate via dai giochi di consolle. Spero finisca presto questa pandemia che rischia di avere ricadute sulla salute dei nostri giovani, e non solo, per diversi anni.

La politica ha mostrato tutti i suoi limiti, che peraltro già si conoscevano. Incapacità assoluta a una seppur minima programmazione. L’ alibi dell’emergenza per mascherare carenze ormai storiche.

Per riparare i danni del virus e quelli della pessima gestione c’è bisogno di esperti lungimiranti. Ricominciare dalle strutture sportive, basta copiare i paesi del Nord Europa. Investire nello sport equivale a investire nella salute pubblica.

Crescere bene farà invecchiare meglio, riducendo anche i costi della sanità. In campo odontoiatrico, da sempre orientato alla prevenzione, ci sono moltissimi studi che dimostrano la correlazione fra attività fisica e salute dentale.

Ed è sempre più frequente la multidisciplinarietà, professionisti di diverse specializzazioni che comunicano tra loro, incontrandosi per sviluppare un linguaggio comune, per condividere le esperienze, nell’interesse della salute del paziente. Bisogna incrementare la prescrizione di sport inteso come terapia, alla stregua di un farmaco. E’ ora di ricominciare a correre.

Franco Di Stasio (presidente S.I.O.S.)

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Salute Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST bambino al pc primo piano