Maresca riparte con gli ultimi sopravvissuti del suo comitato elettorale

di  INDISCRETO
2 mesi fa - 10 Agosto 2021

Per Catello Maresca è stato un lunedì nero: la bomba. Costituita dalla lista Essere Napoli, è esplosa lasciando il pm al palo e spiazzato sulle municipalità. Un duro colpo da cui però Maresca sembra intenzionato a riprendersi.

Giuliano Annigliato capo della lista aveva “inciuciato” incontrando prima lo staff di De Luca e poi quello della Clemente e di Bassolino. Obiettivo dell’incontro: spostare la lista Essere Napoli in altre coalizioni allo scopo di ottenere la candidatura di tre presidenze di municipalità alla sua lista.

Gli incontri sono stati svelati, Annigliato a quel punto smascherato, è stato bacchettato anche da Nappi, il quale ha dovuto mettere un freno a inciuci e attacchi subiti a che da lui e dalla sua collaboratrice Tommasina D’onofrio.

Annigliato a quel punto dopo aver invito contro Nappi e la D’onofrio ha rotto con Maresca. Almeno sulle municipalità. Sul comune conferma per ora l’appoggio.

“Annigliato è disperato e pronto a tutto” ci dice la gola profonda di via Ponte di Tappia. “Vuole queste tre presidenze e per averle è pronto a qualsiasi alleanza. Adesso farà la politica dei due forni pur di avere qualcosa, ma in mano ha poca roba. So qualche candidato della sua lista ha mille voti”.

Catello incassa l’ennesima tempesta in casa sua, finisce la quarantena e torna al comitato di via ponte di tappia con gli ultimi sopravvissuti del suo staff. I più fedeli che han o resistito a risse e inciuci.

Nella foto pubblicata sui social con tanto di errore di battitura, possiamo vedere Michele Pisacane, noto politico locale che più volte ha cambiato casacca. Nicola Mercurio uomo di Nicola Cosentino. Isabella Gentile fautrice di una pseudo lista civica e naturalmente Michele Ricci migliore amico di Maresca e suo tesoriere.

Ma perché Maresca non molla Annigliato? “perché è il suo principale finanziatore” ci dice la gola profonda del suo comitato. Giuliano Annigliato inoltre risulta essere un parente di Maresca. Parentela che sta mettendo discussioni e litigi anche in famiglia.

Catello ieri è stato chiaro con i survivor del suo comitato “siete rimasti voi e dovete condurmi alla vittoria” a guidare il gruppetto di sopravvissuti sarà Roby Fiore, cognata di Maresca, che viene ormai nominata “la cognata di ferro”. Roby infatti è l’unica che è riuscita a tenere testa a litigi e alzate di testa che nel corso dei mesi si sono visti a Via Ponte di Tappia.

La prima parte della campagna elettorale è andata. La seconda inizia e dalle parti di Maresca sono convinti di poter giocarsi la vittoria. Per cominciare oggi Catello è andato in ritiro con la squadra del calcio Napoli. Obiettivo: farsi votare dai tifosi. Per raggiungerlo Catello dovrà farsi amico De Laurentis che però è molto vicino al Governatore De Luca, sponsor di Manfredi insieme a Giuseppe Conte ed Enrico Letta.

Maresca riparte con gli ultimi sopravvissuti del suo comitato elettorale
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST