Archivio

Mamma Fernanda, torturata e segregata in casa dal compagno: «L’ho conosciuto sui social»

di  Redazione  -  12 Febbraio 2019

Mamma Fernanda, torturata e segregata in casa dal compagno: «L’ho conosciuto sui social»

Il lutto per la scomparsa prematura del marito, due bambini piccoli da crescere. Poi, la comparsa di un nuovo amore, che sembra quasi un dono. Fernanda, 48 anni, residente al Nord Italia, ha conosciuto il suo nuovo compagno sui social.

«In un gruppo di amici di mio marito – racconta – sono entrata in contatto con quest’uomo. Il fatto che venisse dal suo stesso ambiente mi faceva sentire protetta. Lui poi era gentile, mi riempiva di attenzioni e complimenti. È venuto a vivere da me e il rapporto dopo un po’ è cambiato. Era geloso, non voleva stessi in ambienti nei quali c’erano uomini, non mi faceva uscire neanche con le mie amiche, controllava ciò che indossavo, mi vietata di usare slip neri, diceva che si vedevano sotto i vestiti, mi pedinava, mi umiliava. Poi ha iniziato ad alzare le mani, me le stringeva al collo, più volte sono arrivata a sentirmi soffocare. A un certo punto ha cominciato a minacciarmi di morte, diceva che mi avrebbe staccato la testa. I miei bambini, avuti nel 2009 con mio marito, sentivano tutto. E con loro era molto autoritario, vietava perfino che parlassero del padre».

Quando ha cominciato a temere anche per loro, Fernanda si è rivolta ai servizi di tutela minori e poi è stata accolta nel Villaggio SOS, dove ha ritrovato la serenità ed è riuscita a tornare alla sua vita quotidiana. «Racconto la mia storia perché spero sia utile ad altre donne. Bisogna chiedere aiuto appena se ne ha l’occasione». (Leggo)