Il Vice Questore Nunzia Schilirò: l’idolo dei No Green pass ora rischia il licenziamento

Chi è la poliziotta No Green Pass e cosa scriveva sui social network
sei in  Attualità

2 mesi fa - 27 Settembre 2021

Il nuovo idolo ,dei numerosi movimenti No Green pass ,e No Vax ,
si chiama Nunzia Alessandra Schilirò.

Tutto grazie alla divisa ,
della Polizia di Stato, indossata ,
in qualità di vice questore a Roma.

Senza la quale, non avrebbe avuto,
lo stesso clamore, nel palco ,
della manifestazione ,del 25 settembre in Piazza San Giovanni.

Per quell’intervento, oggi Schilirò rischia il licenziamento ,dopo l’apertura di un procedimento disciplinare ,nei suoi confronti.

Le si potrebbe contestare, in primo luogo la “deplorazione”,
ovvero la violazione ,dell’articolo 5 del Dpr 25 ottobre 1981, che regola ,
le sanzioni disciplinari ,
per il personale della Pubblica Sicurezza.

La deplorazione comporta,
«il ritardo di un anno ,
nell’aumento periodico dello stipendio ,
o nell’attribuzione ,della classe ,
di stipendio superiore, a decorrere dal giorno in cui verrebbe a maturare il primo beneficio successivo alla data nella quale la mancanza è stata rilevata».

Il suo ruolo ,è il punto di forza, sfruttato dalla propaganda dei contestatori, per chi la conosce,
sa benissimo ,che non si può in alcun modo parlare male del suo trascorso nella Polizia.

Ma tutto questo , risulta essere,
il suo punto debole ,che la pone ,
sulla stessa linea di chi condivide nel suo canale Telegram.

Nunzia Alessandra Schilirò ha diretto, con indubbio successo, la quarta sezione della squadra mobile di Roma ,
occupandosi di reati come ,la pedofilia e i reati sessuali contro le donne.

Le sue capacità di indagine e la sua competenza ,le hanno fornito ,
una tale credibilità e rispetto non solo all’interno della stessa Polizia, ma anche all’esterno ,diventando ,un simbolo nella lotta contro le violenze.

La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, ha dichiarato ,
di seguire personalmente ,
la vicenda della vice questore per accertarne ogni responsabilità.

Dopo l’apertura dell’azione disciplinare nei suoi confronti rischierebbe, nel peggiore dei casi, l’addio alla divisa.

Il post dell’11 agosto e l’associazione OsaItalia

C’è da dire, che le gesta ,
della vice questore erano premeditate e alla luce del Sole.

Un suo post Facebook dell’11 agosto 2021, fissato in alto ,nella timeline del suo profilo, riporta gli stessi contenuti del suo intervento in Piazza San Giovanni con ulteriori elementi.

All’interno, del manifesto condiviso ,
nel canale di Nunzia Alessandra Schilirò, vengono invitati a far parte dell’associazione ,tutti gli «appartenenti alle Forze Armate, alle Forze di Polizia e alle categorie che concorrono alla Sicurezza Pubblica e alla Giustizia della società civile».

Ma solo coloro che la pensano come i suoi fondatori.

Così viene specificato in un post del canale Telegram dell’associazione:

«Attenzione! DOBBIAMO arrivare ai colleghi che la pensano come noi ma che non hanno telegram.

Usare questa locandina con tutti i colleghi con cui siamo in contatto,
SOLO se la pensano come noi, x farli aderire e iscrivere.

Il Vice Questore Nunzia Schilirò: l’idolo dei No Green pass ora rischia il licenziamento
TEMI DI QUESTO POST primo piano