Giovane mamma muore a 34 anni: stroncata da una meningite fulminante in due giorni

sei in  Cronaca

2 settimane fa - 7 Gennaio 2022

Un mal di testa improvviso e persistente, la corsa in ospedale
e quel dolore che non andava via.

Era una meningite e ha strappato alla vita in sole 48 ore Araci Eulizi Pico Chin Ching Vim, 34 anni.

Originaria del Mozambico e residente a Venezia col marito e la figlia di pochi anni.

La donna ha iniziato a stare male la mattina del 30 dicembre ,
a causa di un mal di testa che nonostante qualche medicinale da banco preso per curarlo non andava via.

A quel punto visto ,che il dolore era diventato persistente e insopportabile il marito, Matteo Tassetto, ha deciso di accompagnarla in ospedale dove, dopo essere stata visitata, è stata dimessa con una diagnosi di cefalea.

Sottoposta a tampone è risultata anche negativa al Covid.

Il giorno dopo però Araci ha continuato a stare male ,e a quel mal di testa
si è associato anche una forte nausea che hanno spinto il marito a riaccompagnare la moglie in ospedale.

Questa volta i medici l’hanno sottoposta a una risonanza e a diverse analisi che hanno fatto emergere la presenza del meningococco.

Trasportata d’urgenza all’ospedale all’Angelo di Mestre, Araci è morta la mattina del 2 gennaio.

Una meningite fulminante che ha ucciso la 34enne in soli due giorni.

Trasferitasi in Italia nel 201,
Araci ha sposato il suo Matteo a settembre dello stesso anno, mentre a gennaio 2017 ha dato alla luce la loro bambina.

La donna aveva conosciuto il marito in Sudafrica dove aveva studiato e vissuto con la madre e si era laureata in agronomia.

Matteo, ingegnere tecnico di grandi opere, che si era trasferito in quel paese per motivi di lavoro ha contribuito a costruire, lì, un viadotto nella zona prossima a Durban.

I funerali di Araci si svolgeranno martedì 11 gennaio alle 15 sempre in chiesa a Campagna Lupia.

Giovane mamma muore a 34 anni: stroncata da una meningite fulminante in due giorni
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST primo piano