Gattuso a caccia del primo obiettivo di stagione

Domani sera con la Real Sociedad in palio i sedicesimi di Europa League. Il tecnico: Speriamo di vedere un grande Napoli
di  Redaz. Sport
9 mesi fa - 9 Dicembre 2020

Domani sera al “Diego Armando Maradona” andrà in scena la sfida Napoli-Real Sociedad che chiuderà la fase a gironi di Europa League. Il Napoli ha dieci punti in classifica nel Gruppo F, ma, nonostante ciò, non è ancora matematicamente ai sedicesimi.

Gli azzurri sanno di dover strappare almeno un pareggio contro gli spagnoli per ottenere il pass decisivo per passare il turno. Ecco tutte le combinazioni utili per la qualificazione.

Il Napoli si qualifica se riesce a conquistare almeno un pareggio. Inoltre la qualificazione potrebbe arrivare anche in caso di sconfitta contro gli spagnoli e di sconfitta o pareggio in contemporanea dell’AZ Alkmaar contro il Rijeka.

Gli azzurri, hanno grandi possibilità di passare il turno. Ma anche di presentarsi come testa di serie ai sorteggi della fase successiva. Inoltre, domani sera contro la Real Sociedad in palio non solo c’è il passaggio del turno, ma anche un bel compenso in termini economici.

Si parla di 500mila euro per il passaggio del turno e di 570mila euro in caso di vittoria. Se il Napoli dovesse qualificarsi al primo posto, è previsto un ulteriore premio da 1 milione di euro. In caso di secondo posto, il bonus si dimezza.

Gattuso nella classica conferenza stampa ha espresso il suo punto di vista in merito al match di domani. Il tecnico si è soffermato anche su altri interessanti aspetti.

Alla domanda se si aspettasse di arrivare all’ultima giornata senza qualificazione, questa la sua risposta. “Certo, sin dal primo giorno del sorteggio sapevamo che era difficile.

La Real Sociedad ha fatto benissimo, quest’anno in campionato è ancora imbattuta in campionato. Domani ci giochiamo il primo obiettivo, speriamo di vedere un grande Napoli”.

Poi la pizzicata se manca qualcosa sul piano della mentalità? “Tenere botta”, questo intendo per mentalità! La chiave è non andare fuori di testa quando c’è una giornata storta e non troviamo le nostre giocate”.

Normale la domanda su Insigne, se lo vedesse sorridente. “Con lui ho un rapporto schietto, deve sorridere perché deve essere un piacere allenarsi, essere qui a Castel Volturno.

Siamo contenti per come sta crescendo nel rappresentare da capitano, nell’essere impeccabile”.  Il primo allenatore allo stadio Maradona? Provo emozione, responsabilità, c’è di tutto.

Diego merita tanto per quello che ha fatto, domani è un grande onore essere il primo allenatore lì”.  E Zielinski sottopunta? Può fare quel ruolo, la mezzala, tutto, ha grandi qualità! Ha avuto difficoltà dopo il Covid ma è tornato quello che conosciamo tutto”

E poi la domanda sullo stato del contratto e la risposta un po’ fuori luogo. “A che punto è lo scambio di documenti per il contratto? Faciteve e cazz’ vuost (ride), lo dico sempre: stanno controllando, vedremo”.

Amelia Amodio

Gattuso a caccia del primo obiettivo di stagione
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Sport Condividi adesso