Cronaca

FOLLIA IN FAMIGLIA. Figlio perde la testa e spara alla madre: “Mi voleva avvelenare”

di  Redazione  -  23 Aprile 2019

FOLLIA IN FAMIGLIA. Figlio perde la testa e spara alla madre: “Mi voleva avvelenare”

Tragedia sfiorata a Pasquetta a Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, dove un ragazzo di 22 anni ha sparato alla madre pensando che la donna lo stesso avvelenando. Ferita di striscio alla testa, non è in pericolo di vita. Secondo quanto ricostruito finora dagli inquirenti, l’aggressore avrebbe realizzato un’arma rudimentale utilizzando piccoli tubi per l’acqua e un unico colpo in canna.

Il giovane è stato immediatamente bloccato dai carabinieri mentre tentava di fuggire dal balcone della loro abitazione ed è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e possesso illegale di oggetto “atto a offendere”. Alla base del gesto, la convinzione che la madre volesse avvelenarlo. “È lei che mi voleva uccidere”, avrebbe confessato alle forze dell’ordine, che hanno anche richiesto per lui una valutazione dello stato di salute mentale.

La donna, intanto, è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” e, medicata, ha ricevuto una prognosi di 15 giorni, mentre l’aggressore, in attesa dei risultati della perizia psichiatrica, viene trattenuto nella camera di sicurezza della caserma dei carabinieri.

Il 22enne avrebbe perso la testa durante l’ennesimo litigio con la madre, convinto che lei volesse ammazzarlo avvelenando il suo cibo, avrebbe preso la pistola rudimentale e sparato un solo colpo, l’unico che aveva a disposizione, alla testa della sua vittima prima di fuggire a gambe levate da un balcone all’altro della loro casa, teatro della tragedia. Ma la sua corsa è stata fermata dall’intervento delle forze dell’ordine.

Fonte: Fanpage.it