Disabile attacca Rita De Crescenzo, regina trash di TikTok: ” Non ti interessano i paraplegici”

sei in  Gossip

4 mesi fa - 16 Agosto 2021

Disabile accusa Rita De Crescenzo: “Ti ho mandati dei messaggi, non fare finta di niente. Non ti interessano i paraplegici”

Disabile accusa Rita De Crescenzo. La video denuncia sui social: “Meno male che siamo tutti flgli di Dio. Intanto non ti importa dei paraplegici”

 Rita De Crescenzo  di nuovo al centro delle cronache social e delle polemiche. Questa volta, però, non per un video girato e pubblicato da
lei ma da un giovane disabile. Il ragazzo è un paraplegico costretto sopra una sedia a rotelle.

Nel video che lui stesso ha ripreso e postato sui social (poi rilanciato dalla pagina Facebook ‘Poteva succedere ovunque. E invece‘), ha

attaccato e accusato la De Crescenzo di aver ignorato i messaggi inviategli.

Disabile accusa Rita De Crescenzo

Rita De Crescenzo ti ho inviato un sacco di messaggi e non mi hai mai risposto. Non fare finta di no averli letti perché li ho inviati ovunque, su Facebook, Instagram e TikTok e anche a tuo figlio. Forse non ti interessa di noi paraplegici. Ma non eravamo tutti figli di Dio?!“, queste le parole del giovane disabile.

Chi è Rita De Crescenzo, l’influencer napoletana di Santa Lucia al centro delle critiche

Rita De Crescenzo ha raggiunto su TikTok oltre 564mila follower, più di 26 milioni di like. È diventata praticamente una star del social

network cinese basato sui video e che trova larga fetta del suo target nei giovanissimi. De Crescenzo ha quarant’anni, vive al Pallonetto di

Santa Lucia, quartiere a ridosso del Lungomare a Napoli. È considerata ormai praticamente un’influencer, visto l’ampio seguito, anche se la

sua figura è divisiva, spesso considerata negativa, soprattutto in virtù dei suoi trascorsi con la Giustizia.

De Crescenzo come più o meno tutti sul social cinese pubblica dei video, canta e balla, mette in scena dei siparietti, aggiorna e documenta la

sua vita privata. La sua figura già piuttosto nota sui social ha avuto un picco di popolarità dopo che ha condiviso un video nel quale balla e

ride durante un controllo della Polizia Municipale.

De Crescenzo nel 2017 è stata anche arrestata in una retata che ha conquistato le pagine dei quotidiani, anche di quelli nazionali. Fu arrestata

con esponenti del clan Elia dopo le indagini che documentavano episodi di spaccio che vedevano coinvolta la stessa tiktoker con il figlio

12enne. Dopo quelle accuse la donna perse la patria potestà, come ricorda Il Mattino, che ha pubblicato un articolo piuttosto duro contro “gli

influencer dei clan”, come hanno scritto.

La quarantenne chiama i suoi follower “amori”, “fiori”, “cuori”. L’hanno soprannominata “A’Pazzarella”.  Ha raccontato che quando era

piccola la madre fittava le barchette al Borgo Marinari per fare il bagno. Registra anche delle canzoni ed è stata ospite in alcune emittenti televisive. Si distingue per modi piuttosto eccentrici, per usare un eufemismo. È seguita da migliaia di persone che evidentemente la considerano un’intrattenitrice divertente. Ma non è così per tutti. Non fa niente di male, si sottolinea, ma comunque non viene vista dai più come un modello positivo.

Rita De Crescenzo ha raggiunto su TikTok oltre 564mila follower, più di 26 milioni di like. È diventata praticamente una star del social network cinese basato sui video e che trova larga fetta del suo target nei giovanissimi. De Crescenzo ha quarant’anni, vive al Pallonetto di Santa Lucia, quartiere a ridosso del Lungomare a Napoli. È considerata ormai praticamente un’influencer, visto l’ampio seguito, anche se la sua figura è divisiva, spesso considerata negativa, soprattutto in virtù dei suoi trascorsi con la Giustizia.

De Crescenzo come più o meno tutti sul social cinese pubblica dei video, canta e balla, mette in scena dei siparietti, aggiorna e documenta la sua vita privata. La sua figura già piuttosto nota sui social ha avuto un picco di popolarità dopo che ha condiviso un video nel quale balla e ride durante un controllo della Polizia Municipale.

De Crescenzo nel 2017 è stata anche arrestata in una retata che ha conquistato le pagine dei quotidiani, anche di quelli nazionali. Fu arrestata con esponenti del clan Elia dopo le indagini che documentavano episodi di spaccio che vedevano coinvolta la stessa tiktoker con il figlio 12enne. Dopo quelle accuse la donna perse la patria potestà, come ricorda Il Mattino, che ha pubblicato un articolo piuttosto duro contro “gli influencer dei clan”, come hanno scritto.

La quarantenne chiama i suoi follower “amori”, “fiori”, “cuori”. L’hanno soprannominata “A’Pazzarella”.  Ha raccontato che quando era piccola la madre fittava le barchette al Borgo Marinari per fare il bagno. Registra anche delle canzoni ed è stata ospite in alcune emittenti televisive. Si distingue per modi piuttosto eccentrici, per usare un eufemismo. È seguita da migliaia di persone che evidentemente la considerano un’intrattenitrice divertente. Ma non è così per tutti. Non fa niente di male, si sottolinea, ma comunque non viene vista dai più come un modello positivo.

Disabile attacca Rita De Crescenzo, regina trash di TikTok: ” Non ti interessano i paraplegici”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST