Denise Pipitone, Piera Maggio a Pomeriggio 5: «No all’archiviazione, Denise merita giustizia e verità»

sei in  Gossip

3 settimane fa - 17 Novembre 2021

Denise Pipitone, Piera Maggio a Pomeriggio 5: «No all’archiviazione, Denise merita giustizia e verità»

Il 23 novembre il Gip si esprimerà per sancire se il caso della piccola Denise debba essere archiviato, ma la mamma non ha intenzione di arrendersi

Piera Maggio continua a lottare per la sua Denise, scomparsa 17 anni fa. La piccola Denise Pipitone è scomparsa da Mazara del Vallo 17 anni fa e, adesso, il suo caso rischia di essere archiviato. Il 23 novembre, infatti, il gip si esprimerà per sancire se il

caso debba essere archiviato o meno. Il 14 novembre a Roma, decine di persone hanno manifestato sostenendo la mamma che vuole «verità e giustizia» per sua figlia. Oggi Piera Maggio, ospite a Pomeriggio 5, ha ribadito che la sua lotta non si fermerà.

«Quando noi diciamo no all’archiviazione, diciamo che non va messa una pietra sopra alla vicenda di Denise. Mia figlia merita giustizia e verità». Così di fronte a Barbara D’Urso, Piera Maggio durante il sit-in che si è tenuto lo scorso 14 novembre a

Roma per protestare contro l’archiviazione delle nuove indagini sul caso di Denise Pipitone, scomparsa 17 anni fa a Mazara del Vallo. «Abbiamo sempre chiesto giustizia – continua la madre di Denise – ma soprattutto la verità l’ho chiesta sempre, non solo oggi».

«Abbiamo sempre detto Denise è la figlia di tutti gli italiani. Per noi questa è una forza in più per andare avanti e poter fare in modo che Denise non vada dimenticata», ha concluso la mamma.

Piera Maggio continua a lottare per la sua Denise, scomparsa 17 anni fa. La piccola Denise Pipitone è scomparsa da Mazara del Vallo 17 anni fa e, adesso, il suo caso rischia di essere archiviato. Il 23 novembre, infatti, il gip si esprimerà per sancire se il

caso debba essere archiviato o meno. Il 14 novembre a Roma, decine di persone hanno manifestato sostenendo la mamma che vuole «verità e giustizia» per sua figlia. Oggi Piera Maggio, ospite a Pomeriggio 5, ha ribadito che la sua lotta non si fermerà.

«Quando noi diciamo no all’archiviazione, diciamo che non va messa una pietra sopra alla vicenda di Denise. Mia figlia merita giustizia e verità». Così di fronte a Barbara D’Urso, Piera Maggio durante il sit-in che si è tenuto lo scorso 14 novembre a

Roma per protestare contro l’archiviazione delle nuove indagini sul caso di Denise Pipitone, scomparsa 17 anni fa a Mazara del Vallo. «Abbiamo sempre chiesto giustizia – continua la madre di Denise – ma soprattutto la verità l’ho chiesta sempre, non solo oggi».

«Abbiamo sempre detto Denise è la figlia di tutti gli italiani. Per noi questa è una forza in più per andare avanti e poter fare in modo che Denise non vada dimenticata», ha concluso la mamma.

Piera Maggio continua a lottare per la sua Denise, scomparsa 17 anni fa. La piccola Denise Pipitone è scomparsa da Mazara del Vallo 17 anni fa e, adesso, il suo caso rischia di essere archiviato. Il 23 novembre, infatti, il gip si esprimerà per sancire se il

caso debba essere archiviato o meno. Il 14 novembre a Roma, decine di persone hanno manifestato sostenendo la mamma che vuole «verità e giustizia» per sua figlia. Oggi Piera Maggio, ospite a Pomeriggio 5, ha ribadito che la sua lotta non si fermerà.

«Quando noi diciamo no all’archiviazione, diciamo che non va messa una pietra sopra alla vicenda di Denise. Mia figlia merita giustizia e verità». Così di fronte a Barbara D’Urso, Piera Maggio durante il sit-in che si è tenuto lo scorso 14 novembre a

Roma per protestare contro l’archiviazione delle nuove indagini sul caso di Denise Pipitone, scomparsa 17 anni fa a Mazara del Vallo. «Abbiamo sempre chiesto giustizia – continua la madre di Denise – ma soprattutto la verità l’ho chiesta sempre, non solo oggi».

«Abbiamo sempre detto Denise è la figlia di tutti gli italiani. Per noi questa è una forza in più per andare avanti e poter fare in modo che Denise non vada dimenticata», ha concluso la mamma.

Piera Maggio continua a lottare per la sua Denise, scomparsa 17 anni fa. La piccola Denise Pipitone è scomparsa da Mazara del Vallo 17 anni fa e, adesso, il suo caso rischia di essere archiviato. Il 23 novembre, infatti, il gip si esprimerà per sancire se il

caso debba essere archiviato o meno. Il 14 novembre a Roma, decine di persone hanno manifestato sostenendo la mamma che vuole «verità e giustizia» per sua figlia. Oggi Piera Maggio, ospite a Pomeriggio 5, ha ribadito che la sua lotta non si fermerà.

«Quando noi diciamo no all’archiviazione, diciamo che non va messa una pietra sopra alla vicenda di Denise. Mia figlia merita giustizia e verità». Così di fronte a Barbara D’Urso, Piera Maggio durante il sit-in che si è tenuto lo scorso 14 novembre a

Roma per protestare contro l’archiviazione delle nuove indagini sul caso di Denise Pipitone, scomparsa 17 anni fa a Mazara del Vallo. «Abbiamo sempre chiesto giustizia – continua la madre di Denise – ma soprattutto la verità l’ho chiesta sempre, non solo oggi».

«Abbiamo sempre detto Denise è la figlia di tutti gli italiani. Per noi questa è una forza in più per andare avanti e poter fare in modo che Denise non vada dimenticata», ha concluso la mamma.

Piera Maggio continua a lottare per la sua Denise, scomparsa 17 anni fa. La piccola Denise Pipitone è scomparsa da Mazara del Vallo 17 anni fa e, adesso, il suo caso rischia di essere archiviato. Il 23 novembre, infatti, il gip si esprimerà per sancire se il

caso debba essere archiviato o meno. Il 14 novembre a Roma, decine di persone hanno manifestato sostenendo la mamma che vuole «verità e giustizia» per sua figlia. Oggi Piera Maggio, ospite a Pomeriggio 5, ha ribadito che la sua lotta non si fermerà.

«Quando noi diciamo no all’archiviazione, diciamo che non va messa una pietra sopra alla vicenda di Denise. Mia figlia merita giustizia e verità». Così di fronte a Barbara D’Urso, Piera Maggio durante il sit-in che si è tenuto lo scorso 14 novembre a

Roma per protestare contro l’archiviazione delle nuove indagini sul caso di Denise Pipitone, scomparsa 17 anni fa a Mazara del Vallo. «Abbiamo sempre chiesto giustizia – continua la madre di Denise – ma soprattutto la verità l’ho chiesta sempre, non solo oggi».

«Abbiamo sempre detto Denise è la figlia di tutti gli italiani. Per noi questa è una forza in più per andare avanti e poter fare in modo che Denise non vada dimenticata», ha concluso la mamma.

Denise Pipitone, Piera Maggio a Pomeriggio 5: «No all’archiviazione, Denise merita giustizia e verità»
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST