Decreto Sostegni bis, la bozza: ristori potenziati, più smart working. E i malati Covid non pagano il ticket

Decreto Sostegni bis, la bozza: ristori potenziati, più smart working. E i malati Covid non pagano il ticket
di mariacarla palermo
2 settimane fa
4 Maggio 2021
Decreto Sostegni bis, la bozza: ristori potenziati, più smart working. E i malati Covid non pagano il ticket

La bozza sul decreto Sostegni bis allo studio del governo: dai ristori alle imprese fino alla norme per la liquidità e la salute. Ecco i nuovi ristori per le imprese. Il meccanismo sarà basato

sempre sulle perdite del fatturato ma si potrà scegliere se calcolarlo rispetto alle differenze annuali 2019-2020 o parametrarlo sul periodo 1 aprile 2020-31 marzo 2021 rispetto allo stesso

lasso di tempo 2019-2020. La dote riservata ai ristori di imprese e partite Iva si attesta a 14 miliardi. È quanto emerge dalla bozza del decreto sostegni bis.

NUOVI RISTORI. Per gli operatori economici colpiti dall’emergenza epidemiologica è riconosciuto un ulteriore contributo a fondo perduto. Il calcolo delle perdite sarà sempre in base al fatturato ma si potrà scegliere fra due

canali: quelli automatici (11,1 mld), con lo stesso schema e lo stesso importo di quello di marzo, senza bisogno di presentare istanza; oppure il calcolo basato sul periodo 1 aprile 2020-31 marzo 2021 in confronto allo stesso periodo 2019-2020.

IMU E TARI. Prevista l’esenzione, per il 2021, della prima rata dell’Imu (quella di giugno) sugli immobili in cui è esercitata l’attività d’impresa e la proroga dal 30 giugno al 31

dicembre 2021 dell’esenzione dal versamento del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico. Inoltre viene istituito un Fondo da 600 milioni per il 2021 che i Comuni

potranno utilizzare per la riduzione della Tariffa rifiuti a vantaggio delle categorie economiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni.

PLASTIC TAX. L’entrata in vigore è differita al 1° gennaio 2022.
SMART WORKING. Nel settore privato potrà essere utilizzato anche senza accordi individuali fino al 30 settembre 2021.

REDDITO DI EMERGENZA. Viene prorogato di altri due mesi, giugno e luglio.
ACQUISTO PRIMA CASA. Gli under 36 potranno godere di agevolazioni in materia di imposte indirette per l’acquisto della prima casa e della garanzia del Fondo prima casa.

FAMIGLIE. Un fondo da 500 milioni garantirà aiuti alle famiglie per l’acquisto di beni alimentari, pagamento degli affitti e delle utenze domestiche.

CANONE RAI. Viene sospeso il pagamento del canone RAI per pub, bar e ristoranti colpiti dalle chiusure.

AFFITTI COMMERCIALI. Estesi fino a maggio 2021 gli sgravi sugli affitti per imprese e professionisti con ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro, che abbiano registrato perdite di fatturato di almeno il 30%.

TICKET COVID. Per chi si è ammalato di Covid le prestazioni di specialistica ambulatoriale necessarie al monitoraggio post malattia saranno accessibili senza pagamento del ticket per due anni.

TAMPONI SPORT. Un fondo da 61 milioni di euro per rimborsare le società sportive professionistiche e dilettantistiche, iscritte al Coni, per le spese sostenute per effettuare i tamponi necessari per garantire la prosecuzione delle gare.

Temi di questo post