Decreto ristori 4: nuovi soldi in arrivo

1 settimana fa
20 Novembre 2020
di giuseppe sbrescia
Decreto ristori 4: nuovi soldi in arrivo

Altri soldi per sostenere i settori costretti a chiudere. Oggi il nuovo scostamento di bilancio

È il terzo decreto in ventiquattro giorni. Significa questo: bisogna tirare fuori più soldi. E i calcoli del Governo sugli aiuti da destinare all’Italia divisa in tre colori vanno rifatti. Il governo è pronto a varare una nuova manovra che metterà fuori tra 7 e 10 miliardi freschi.

Tutti questi soldi servono per aiutare ristoranti, bar, parrucchieri, negozi, palestre e tutte le attività che da fine ottobre in poi hanno dovuto chiudere o ridurre gli orari di apertura.

La nuova manovra è imposto dal virus, dal passaggio di alcune Regioni da gialle ad arancioni e da arancioni a rosse, ma anche dalla volontà del Governo di procedere a piccoli passi, senza mettere in cantiere un intervento più corposo a monte e quindi capace di fungere da riserva per i vari interventi. 

I decreti anti Covid che si sono susseguiti da marzo in poi hanno lasciato per strada alcuni soldi. Inutilizzati perché la spesa preventivata per alcune voci, come ad esempio quella per la cassa integrazione, è risultata superiore alle stime. Ma questi risparmi saranno azzerati venerdì. In meno di un mese. Il decreto Ristori ter, infatti, prosciugherà gli ultimi soldi rimasti in cassa, per un totale di 1,4 miliardi.

Questo la dice lunga anche sul perché il Governo stia andando cauto nel dichiarare nuove restrizioni, mosse sbagliate in questo momento danneggerebbero l’economia del paese.

Temi di questo post