De Luca: “libertà di diffondere il virus non è libertà” e annuncia la sua presenza a Roma

sei in  Cronaca

1 mese fa - 15 Ottobre 2021

Decide di iniziare dalle “buone notizie” e nella sua consueta diretta Fb del venerdi’ il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, annuncia che “pubblichiamo oggi le graduatorie finali di un concorso per 530 nuovi occupati presso i centri per l’impiego”.

“Vanno a firmare un contratto a tempo indeterminato – spiega- siamo riusciti, nonostante il periodo Covid , a completare un concorso con la partecipazione di 70mila persone. E’ in corso di definizione una altro concorso che riguarda 110 giovani informatici, soprattutto da assumere. Complessivamente 640 nuovi assunti.

Si stanno firmando i contratti, in questo momento, per il concorso alla Regione fatto nei mesi passati, 610 giovani che vanno a lavorare alle strutture della Regione che si aggiungono agli altri 1200 che stanno andando presso comuni, corte di appello”.

“Abbiamo assunto all’Eav 600 persone – aggiunge – Complessivamente oltre 3mila posti di lavoro a tempo indeterminato a cui si aggiungeranno altri 400 giovani da assumere ancora presso aziende di trasporti della regione.

Questo conferma che nel nostro Paese c’e’ chi parla del lavoro e chi il lavoro lo da’ a migliaia di di ragazzi e ragazze. Siamo profondamente soddisfatti per lavoro che abbiamo compiuto sull’occupazione”. Ed ancora, “stiamo lavorando per far decollare i grandi cantieri.

Completata all’ospedale Ruggi di Salerno la conferenza dei servizi per gli ultimi pareri che sono stati tutti positivi, un mese e mezzo di tempo e ci sara’ il progetto esecutivo e partiamo con la gara per un ospedale da 400milioni di euro”. A lavoro anche per il nuovo Santobono di Napoli, sottolinea: “Stanno partendo lavori in tanti ospedali, oltre a quelli nuovi e stiamo raccogliendo progetti per fare oltre 100 ospedali di comunita’ oltre ai cantieri dei trasporti, viabilita’”.

“Siamo impegnati all’ultimo respiro su quello che deve diventare un tema centrale, quello del lavoro”, conclude De Luca, vaccino obbligatorio se si riaccende epidemia Napoli.

“Se in Italia dovesse essere messa davanti al pericolo di un riaccendersi dell’epidemia il passo successivo sarŕ il vaccino obbligatorio per tutti. Credo ci siano tutte le condizioni per non arrivare a una decisione come questa, che comunque non sarebbe uno scandalo, ma sarebbe indispensabile per fare in modo che l’Italia non torni nel tunnel buio del Covid diffuso, dell’economia chiusa e della vita bloccata”. Lo ha affermato il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta Facebook di venerdi, commentando la manifestazione no green pass di sabato scorso.

Manifestazione: De Luca, domani a Roma spero sia partecipata Napoli, 15- “Sabato ci sarà una manifestazione indetta dai sindacati a Roma, mi auguro che sia unitaria e partecipata, che raccolga la presenza di tutte le persone per bene, quale che sia il loro orientamento politico, di centro, di desta o di sinistra purché decisa a combattere la violenza in tutte le sue forme”.

Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la consueta diretta Facebook di venerdě Pubblichiamo le graduatorie finali di un concorso per 530 nuovi occupati presso i centri per l’impiego della nostra Regione. 530 ragazzi e ragazze vanno a firmare un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Siamo riusciti, nonostante il Covid, a completare un concorso a cui hanno partecipato 70 mila persone. In corso di definizione un altro concorso per 110 informatici mentre si stanno firmando in questo momento i contratti anche del concorso della Regione. Abbiamo assunto all’Eav 600 dipendenti e a questi si aggiungeranno altri 400: stiamo parlando complessivamente di oltre 3000 posti di lavoro a tempi indeterminato. Nel nostro Paese c’e’ chi parla di lavoro e chi lo da’ a migliaia di ragazzi e ragazzi. Non possiamo che essere estremamente soddisfatti”.

Lo afferma il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nella consueta diretta del venerdi’ su Facebook. Dicono che c’e’ un problema di liberta’: non si fa il Green pass perche’ si vuole essere liberi. La liberta’ di diffondere il virus non e’ concessa. Questa non e’ liberta’ si chiama irresponsabilita’. Confondono per liberta’ l’arbitrio di andare su luoghi di lavoro e trasmettere il virus”. Lo afferma il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nella consueta diretta del venerdi’ su Facebook

De Luca: “libertà di diffondere il virus non è libertà” e annuncia la sua presenza a Roma
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST