Cristina D’Avena, selfie senza trucco e décolleté esplosivo. Social scatenati: «Puffiamoci…»

Il saluto super sexy fa impazzire i fan
di giuseppe cossentino
3 settimane fa
1 Aprile 2021

Cristina D’Avena, foto sexy dal letto. E i follower si scatenano

Non solo cantante dei brani dei bambini e dei cartoni animati, ma anche artista dalla grande carica sexy e in forma smagliante nonostante i suoi quasi 57 anni. Cristina D’Avena continua la sua partita iniziata da qualche anno: andare oltre le canzoni. E spesso lo fa non solo da ospite nelle varie trasmissioni televisive, ma utilizzando i suoi profili social dove è molto seguita. Su quello Instagram è ormai vicina ai 450 mila follower a cui decide di regalare foto molto particolari. Scattate a letto, appena svegliata.

E’ assolutamente senza trucco e indossa soltanto una canottiera nera che fatica a contenere il prosperoso seno. Lo scatto piace a 53mila follower che lo premiano con il like, ma ovviamente come sempre accade fioccano i commenti, a partire da Skiamassi che la definisce addirittura “Sexy all’infinito“, mentre danilodafiumicino si chiede se “puffiamoci” è stato già scritto. E briga 1981“E cosi scopro che la cantante dei miei cartoni preferiti da bambino, è una bomba sexy”. Insomma da essere il punto di riferimento dei bambini, Cristina D’Avena pian piano sta sempre più vestendo il ruolo di una donna in grande forma e piacente nonostante l’aumento degli anni.

Cristina D’Avena racconta un aneddoto piccante sul personaggio di Mirko incontrato trent’anni prima sul set della serie tv “Kiss Me Licia”

Cristina D’Avena ha incantato, con la sua voce, intere generazioni di bambini e adolescenti, dando la voce a decine di personaggi e tantissime sigle tv. Trent’anni fa, il suo debutto anche come attrice sul set della serie tv anni ’90, amatissima dai teenager, “Kiss me Licia”. Ospite di Barbara d’Urso, la cantante, ha ripercorso le principali tappe delle sua carriera e parlato di quanto accadeva sul set dei telefilm in cui interpretava la dolce Licia protagonista dell’anime giapponese E’ proprio Cristina D’Avena a rivelare un aneddoto piccante avvenuto proprio sul set dell’amatissima serie tv.

Il retroscena hot di “Kiss Me Licia”

La D’Avena, ospite al programma Domenica Live, ha rivelato un particolare su Pasquale Finicelli, l’attore che interpretava Mirko nella serie tv ispirata al cartone animato giapponese “Kiss Me Licia“:

«Tentava di baciarmi, mettendo la lingua – confessa l’attrice dopo anni -È successo proprio nella prima scena, e noi eravamo praticamente su una panchina», confessa dopo anni, «Quando ha provato a baciarmi sul serio tutta la regia si è bloccata».

L’attore parrebbe essersi giustificato dicendo: «Io bacio così quando devo farlo, mica sulle labbra».

Anche Pasquale Fenicelli ha confermato il racconto della D’Avena

«Anche durante le scene con il bacino a letto, lui mi diceva: ‘Ricordati che siamo marito e moglie’. E io gli rispondevo: ‘Sì, ma siamo marito e moglie solo qui!’. E lui: ‘E allora? Abbiamo le coperte!».

Pasquale Finicelli è stato quindi introdotto in trasmissione, a Domenica Live, dove ha confermato tutto: l’ex attore del telefilm ha, infatti, giustificato questi aneddoti con l’irruenza giovanile e la sua voglia di divertirsi.

«Lei sembrava più una pugliese che una napoletana. Io tentavo di baciarla davvero e non solo! Eravamo giovani e si tentava di divertirci!».

Così Pasquale Finicelli ha scherzato sulle rivelazioni fatte da Cristina durante la trasmissione.

Cristina D’Avena resta una delle cantanti più apprezzate e conosciute d’Italia e  ha ancora tantissimi fan «È bello perché ho un pubblico cresciuto con me, è un pubblico che viene a saltare e cantare con me. Di condivisione».

Nata a Bologna, il prossimo 6 luglio compirà 57 anni. Non solo cantante, ma anche attrice conduttrice televisiva. Del resto allo spettacolo si è data quando era ancora una bambina. Aveva appena tre anni e mezzo quando esordì allo Zecchino d’Oro del 1968. Figlia di un medico e di una casalinga, si presentò sul palcoscenico è canto Il valzer del moscerino, conquistando un bel terzo posto. Nel 1981 il suo primo disco: incise la sigla della serie animata giapponese Pinocchio. Poi una carriera strepitosa tra programmi televisivi, film, libri e canzoni destinate ad entrare nella storia dei cartoni animati.

Temi di questo post