Con Otello si inaugura la nuova stagione lirica del San carlo

Approfondimento di Mino Cucciniello
sei in  eventi

2 settimane fa - 22 Novembre 2021

Napoli, 22 novembre – Dopo la triste pausa dell’anno scorso, ieri sera il San Carlo ha inaugurato con una serata di gala la stagione lirica e di balletto, alla quale

ha partecipato anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che mancava dal Massimo napoletano dall’apertura della stagione 2015, quando era all’inizio del

suo settennato, e forse da uomo perbene e romantico qual è, ora che il suo mandato si sta concludendo è voluto tornare nel teatro più bello ed antico d’Europa.

Ad accogliere il nostro amatissimo Capo di Stato c’erano il sovrintendente Stephane Lissner, la direttrice generale Emmanuela Spedaliere insieme al prefetto Claudio Palomba, al questore Alessandro Giuliano ed al neo sindaco Gaetano Manfredi.

Sul tradizionale red carpet che si crea naturalmente sotto i portici del teatro , bersagliati dai flash dei fotografi e dalle zoomate delle tante emittenti televisive

accorse per filmare il grande evento, tra i tanti amici ho visto sfilare Fabio Pignatelli della Leonessa, le sorelle Maria Grazia, Piera e Stella Leonetti di

Santojanni, Giuliano e Roberta Buccino Grimaldi, Riccardo e Tullia Imperiali di Francavilla, Sveva Focas De Bernardo, Federica de Gregorio Cattaneo, Camillo

d’Antonio con la moglie Elena Aceto di Capriglia, Gabriella Ferrari Bravo e Gennaro Matacena, Emilia Acquaviva Coppola ed ancora Graziella Pagano accompagnata dal

figlio Lorenzo Crea, Armida Filippelli, Teresa Armato, Antonio Bassolino con la moglie Annamaria Carloni, Luciano e Silvana Schifone, Enzo e Caterina Lanzotti.

L ‘opera prescelta ad inaugurare la 284 stagione del Massimo napoletano è stata “Otello” di Giuseppe Verdi che mancava dalle scene del nostro lirico dal 1

dicembre 1992 ed anche allora fu lo spettacolo di apertura per quella stagione. Quest’anno il dramma lirico di Arrigo Boito si è avvalso della regia di Mario Martone e

di alcune voci, ritenute tra le migliori attualmente quali Maria Agresta, Jonas Kaufmann per la prima volta che cantava un opera nel San Carlo, e Igor Golavatenko.

Nella sala gremita in ogni ordine di posto sono riuscito a vedere: Massimo e Paola Tucci, Cinzia Biraghi, Marta Catuogno, Sergio Cappelli, Aldo Carnevale ed

Annamaria Braschi, Teresa Coscia Naldi con il figlio Francesco, Anna Manna, Emanuela D’Amore, Giulia Gargiulo, Glauco Cerri, Cristina Sersale, Giorgio Nocerino ed

ancora Federico Monga, Enzo D’Errico con la moglie Laura Valente, Momina Condorelli, Toni Servillo, Paola Abbamonte, Carla Della Corte, Alessio Visone, Roberta Bacarelli

con il marito Gabor Szanislo, Paolo Trapanese, Bianca Bonaduce, Roberta Maione, Valeria Della Rocca.

Nel Palco Reale ,dopo un decennio finalmente un altra volta degno del nome che porta, con il presidente Mattarella in compagnia dei figli, il presidente della

camera Roberto Fico insieme alla sua compagna Yvonne De Rosa, il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi, il sottosegretario di stato Enzo Amendola, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, la signora Cettina Del Piano moglie del sindaco.

Come vuole la tradizione all’arrivo del Presidente in sala è stato eseguito l’inno nazionale. A cantarlo, molti con gli occhioni luccicanti dalla commozione e

tutti con le mani sul cuore, ho visto tra i tanti Francesco ed Isabella Santoni, Giovanna Carrillo, Francesco e Patrizia Curcio, Salvinio Sorrentino, Fabrizio e

Valentina Pascucci, Gino Masolini, Edda Urbani, Giuseppe Di Pasquale, Riccardo e Francesca Verde, Alessandra Improta, Loredana Ambrosino, Gigi Mingione, Maria

Cristina Santoro, Enzo Miccio, Francesco e Pina Amarelli, Fiorella Cannavale di Lauro, ed ancora Filli Chianese, Mariolina Farina, Peppe e Paola Signoriello, Patrizia Bacci,

Carmen Cacace, Antonio Fabbrocini, Paola Signorini, Bruno Piantedosi, Dario e Gabriella Cecere, Cherubino e Simona Gambardella, Patrizia Docimo, Roberto

D’Agostino, Antonio e Gabriella Parlati, Mariano Bruno ed Adele Pignata.
Alle 19 e 04 minuti, preciso come non mai, il grande sipario di velluto rosso

trapuntato di gigli, simbolo della Real Casa Borbonica, si è alzato sullo spettacolo in programma mentre la musica di Verdi ha avvolto di misterioso fascino l’antica sala voluta da Carlo di Borbone.

Nell’unico intervallo nel foyer storico, che resta sempre il preferito tra i tanti habituès del teatro, anche qui sono riuscito a vedere tra i moltissimi:

Maya Dobromirova, Diego ed Amelia Pacella, Isapaola Telese, Antonio e Marilù D’Amato, Gigi e Giovanna Grilli, Massimo ed Olimpia Moschini, Chicco De Vincenzo, Mariagrazia

Greco, Francesca Coccoli, Mario Rusciano, Maria Teresa Ferrari, Anna Sommella, Paola Maione, Pierfrancesco Peluso, Generoso Di Meo, Federico e Chiara Tammaro, Maurizio ed

Ada Maddaloni, Luigi ed Annie Grispello, Paolo Manieri con la moglie Gabriella Giglio, Maurizio e Stefania Muto, Ester Gatta, Vanni Fondi, Luigi Lavorgna, ed

ancora Carla Travierso, Francesca Frendo, Rossella Ferraro, Maria Carmen Vitobello, Alessandra Farro, Maria Laura Simeone, Giuseppe Sito, Carla Mazzola Turco, Nucci

Giustino e Maria Rosaria Nessuno elegantissima con un abito lungo nero da gran sera bordato di piume di bersagliere.

Da sx Anna Manna, Roberta Buccino Grimaldi, Roberta Maione, Valeria della Rocca
Teresa Coscia Naldi con il figlio Francesco
Da sx Cristina Sersale, Elena Aceto di Capriglia, Federica De Gregorio Cattaneo, Patrizia Docimo
Io con Cristina Sersale
Fabrizio e Valentina Pascucci
Da sx Ester Gatta, Maridi Vicedomini, Maria Teresa Ferrari, Anna Sommella, Paola Maione
Da sx Maria Grazia, Stells e Piera Leonetti di Santojanni e Giorgio Nocerino

Con Otello si inaugura la nuova stagione lirica del San carlo
CONTINUA LA LETTURA
Homepage eventi Condividi adesso