Stop alla propaganda filo-russa: oltre 1000 account social cancellati