Carolina Marconi e il cancro è lieto fine, esplode la festa: ” E finita. Guerriera, ti amiamo”

sei in  Gossip

2 settimane fa - 11 Novembre 2021

“È finita”. E attorno a Carolina Marconi esplode la festa: “Guerriera, ti amiamo”

Che gioia! Un lungo e duro percorso si è concluso. Si può voltare pagina. Certo il male non è ancora sconfitto del tutto, ma intanto la prima fase di lotta chirurgico-sanitaria è alle spalle. Un tumore è una brutta bestiaccia. Ma un tumore al seno per una donna deve essere qualcosa di tremendo. Si colpisce una delle forme che più rappresentano il gentil sesso. E non solo per il suo valore di attrazione verso i maschietti.

Da lì tutti noi ci siamo nutriti ed è nel seno materno che ci troviamo più al sicuro, riparati, protetti. Là fuori è una battaglia e le donne, con la loro innata predisposizione ad accudire, sanno curare tutte le ferite. Lei, la protagonista della nostra storia, è Carolina Marconi, la nota showgirl che qualche tempo fa aveva annunciato di essere stata attaccata dal maledetto.

Eccomi qui… – diceva ieri sera mercoledì 10 novembre Carolina Marconi – arrivata quasi al traguardo. Stanotte sarà dura per me perché non dormirò, perché sono emozionata e preoccupata al tempo stesso… Non vedo l’ora di riprendere in mano la mia vita di levarmi questo port in vena per farmi delle sane e tranquille dormite, tornare a fare sport giocare a paddle, a tennis, a ballare il tango: vorrei fare tutto, soprattutto tornare a respirare la libertà di vivere, riprendere le mie forze e vedere un po’ di ricrescita nella mia testolina Pelatina”.

“Non ci credo .. sono arrivata fin qui e veramente nn so come abbia tirato fuori questa forza incredibile.. che credo sia in ognuno di noi ma che spesso ci dimentichiamo di far emergere.. mi sono sentita quasi un supereroe in questo duro percorso ..una piccola Wonder Woman”. Beh, cara Carolina, tanto piccola non si direbbe. Hai tirato fuori l’infinita forza ed energia che pulsa in tutte le persone e in tutte le cose. E riuscirci non è facile.

Che gioia! Un lungo e duro percorso si è concluso. Si può voltare pagina. Certo il male non è ancora sconfitto del tutto, ma intanto la prima fase di lotta chirurgico-sanitaria è alle spalle. Un tumore è una brutta bestiaccia. Ma un tumore al seno per una donna deve essere qualcosa di tremendo. Si colpisce una delle forme che più rappresentano il gentil sesso. E non solo per il suo valore di attrazione verso i maschietti.

Da lì tutti noi ci siamo nutriti ed è nel seno materno che ci troviamo più al sicuro, riparati, protetti. Là fuori è una battaglia e le donne, con la loro innata predisposizione ad accudire, sanno curare tutte le ferite. Lei, la protagonista della nostra storia, è Carolina Marconi, la nota showgirl che qualche tempo fa aveva annunciato di essere stata attaccata dal maledetto.

Eccomi qui… – diceva ieri sera mercoledì 10 novembre Carolina Marconi – arrivata quasi al traguardo. Stanotte sarà dura per me perché non dormirò, perché sono emozionata e preoccupata al tempo stesso… Non vedo l’ora di riprendere in mano la mia vita di levarmi questo port in vena per farmi delle sane e tranquille dormite, tornare a fare sport giocare a paddle, a tennis, a ballare il tango: vorrei fare tutto, soprattutto tornare a respirare la libertà di vivere, riprendere le mie forze e vedere un po’ di ricrescita nella mia testolina Pelatina”.

“Non ci credo .. sono arrivata fin qui e veramente nn so come abbia tirato fuori questa forza incredibile.. che credo sia in ognuno di noi ma che spesso ci dimentichiamo di far emergere.. mi sono sentita quasi un supereroe in questo duro percorso ..una piccola Wonder Woman”. Beh, cara Carolina, tanto piccola non si direbbe. Hai tirato fuori l’infinita forza ed energia che pulsa in tutte le persone e in tutte le cose. E riuscirci non è facile.

Che gioia! Un lungo e duro percorso si è concluso. Si può voltare pagina. Certo il male non è ancora sconfitto del tutto, ma intanto la prima fase di lotta chirurgico-sanitaria è alle spalle. Un tumore è una brutta bestiaccia. Ma un tumore al seno per una donna deve essere qualcosa di tremendo. Si colpisce una delle forme che più rappresentano il gentil sesso. E non solo per il suo valore di attrazione verso i maschietti.

Da lì tutti noi ci siamo nutriti ed è nel seno materno che ci troviamo più al sicuro, riparati, protetti. Là fuori è una battaglia e le donne, con la loro innata predisposizione ad accudire, sanno curare tutte le ferite. Lei, la protagonista della nostra storia, è Carolina Marconi, la nota showgirl che qualche tempo fa aveva annunciato di essere stata attaccata dal maledetto.

Eccomi qui… – diceva ieri sera mercoledì 10 novembre Carolina Marconi – arrivata quasi al traguardo. Stanotte sarà dura per me perché non dormirò, perché sono emozionata e preoccupata al tempo stesso… Non vedo l’ora di riprendere in mano la mia vita di levarmi questo port in vena per farmi delle sane e tranquille dormite, tornare a fare sport giocare a paddle, a tennis, a ballare il tango: vorrei fare tutto, soprattutto tornare a respirare la libertà di vivere, riprendere le mie forze e vedere un po’ di ricrescita nella mia testolina Pelatina”.

“Non ci credo .. sono arrivata fin qui e veramente nn so come abbia tirato fuori questa forza incredibile.. che credo sia in ognuno di noi ma che spesso ci dimentichiamo di far emergere.. mi sono sentita quasi un supereroe in questo duro percorso ..una piccola Wonder Woman”. Beh, cara Carolina, tanto piccola non si direbbe. Hai tirato fuori l’infinita forza ed energia che pulsa in tutte le persone e in tutte le cose. E riuscirci non è facile.

Che gioia! Un lungo e duro percorso si è concluso. Si può voltare pagina. Certo il male non è ancora sconfitto del tutto, ma intanto la prima fase di lotta chirurgico-sanitaria è alle spalle. Un tumore è una brutta bestiaccia. Ma un tumore al seno per una donna deve essere qualcosa di tremendo. Si colpisce una delle forme che più rappresentano il gentil sesso. E non solo per il suo valore di attrazione verso i maschietti.

Da lì tutti noi ci siamo nutriti ed è nel seno materno che ci troviamo più al sicuro, riparati, protetti. Là fuori è una battaglia e le donne, con la loro innata predisposizione ad accudire, sanno curare tutte le ferite. Lei, la protagonista della nostra storia, è Carolina Marconi, la nota showgirl che qualche tempo fa aveva annunciato di essere stata attaccata dal maledetto.

Eccomi qui… – diceva ieri sera mercoledì 10 novembre Carolina Marconi – arrivata quasi al traguardo. Stanotte sarà dura per me perché non dormirò, perché sono emozionata e preoccupata al tempo stesso… Non vedo l’ora di riprendere in mano la mia vita di levarmi questo port in vena per farmi delle sane e tranquille dormite, tornare a fare sport giocare a paddle, a tennis, a ballare il tango: vorrei fare tutto, soprattutto tornare a respirare la libertà di vivere, riprendere le mie forze e vedere un po’ di ricrescita nella mia testolina Pelatina”.

“Non ci credo .. sono arrivata fin qui e veramente nn so come abbia tirato fuori questa forza incredibile.. che credo sia in ognuno di noi ma che spesso ci dimentichiamo di far emergere.. mi sono sentita quasi un supereroe in questo duro percorso ..una piccola Wonder Woman”. Beh, cara Carolina, tanto piccola non si direbbe. Hai tirato fuori l’infinita forza ed energia che pulsa in tutte le persone e in tutte le cose. E riuscirci non è facile.

Carolina Marconi e il cancro è lieto fine, esplode la festa: ” E finita. Guerriera,  ti amiamo”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST