Capri Hollywood al San Carlo

Approfondimento di Mino Cucciniello
sei in  eventi

3 settimane fa - 6 Gennaio 2022

Si è conclusa al San Carlo la XXVI edizione del Capri Hollywood organizzata dal suo deus machina Pascal Vicedomini. Il lungo evento è iniziato con “Citizen Rosi” un

omaggio al grande Francesco Rosi firmato dalla figlia Carolina e da David Gnocchi. La serata è proseguita ancora con un omaggio questa volta riservato a Lina

Wertmuller che per anni è stata la presidente del festival caprese, alla grande regista recentemente scomparsa il pubblico napoletano ha tributato una vera e

propria standing ovation. Poi la serata è entrata nel vivo con la premiazione dei Capri Awards. Sul palcoscenico del lirico Pascal Vicedomini nel ruolo di presentatore

ha chiamato i vari premiati a ritirare l’ambito premio consegnato dalle tante autorità della politica e del cinema presenti in sala. Uno dietro l’altro, hanno presenziato Pupi ed Antonio Avati, gli assessori Felice Casucci e Rosanna Romano, i premi oscar Dante Ferretti e Francesca Lo

Schiavo, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, la ricercatrice Rosaria Capobianchi ed il sindaco di Procida Raimondo Ambrosino, le bellissime Francesca

Lizzano, Arianna Giannini, Madalina Ghenea con un abito da diva anni 60, la bravissima Lina Sastri, ed ancora il regista Mario Martone gli attori Tony Servillo,

Gianfelice Imparato, Mario Autore, Susi Del Giudice, il produttore Agostino Saccà,il giornalista Gianni Minoli, Toni Petruzzi presidente dell’Istituto Capri nel mondo,

Nicola Claudio presidente del consiglio di amministrazione di Rai Cinema, il tenore Vittorio Grigolo che ha letteralmente incantato il pubblico ed ancora Bille August e Paul Haggis.

L’edizione di quest anno dei Capri Awards è stata voluta itinerante pertanto non si è svolta unicamente sull’isola azzurra ma anche a Sorrento, Pompei ed a Napoli dove

si è tenuta la serata conclusiva. Un pò come accadeva con gli Incontri Internazionali del Cinema di Gian Luigi Rondi, che si svolgevano a Sorrento ma si

concludevano con un gran galà nel Massimo napoletano. A riempire, l’altra sera la platea ed i palchi del San Carlo tra i tanti ho visto l’assessore Teresa Armato,

Cettina Del Piano, Luigi Lavorgna, Luciano Schifone, Enzo ed Annalisa De Paola, Giulia Gargiulo, Lino Ranieri ed Anna Paola Merone, Paola Abbamonte, Alfonso e Federica

Ruffo, Riccardo Gambaccini e Michela Bruni Reichlin, Maria Consiglio Visco Marigliano ed ancora i fratelloni della pallanuota Stefano e Marco Postiglione, Aldo Carnevale

ed Annamaria Braschi, Otto Buccafusca, Maria Cristina Santoro. Come ogni volta che al San Carlo viene organizzata una proiezione cinematografica, nel palco reale

viene montato il proiettore che fa scorrere le immagini sul grande schermo allestito sul proscenio del teatro, e vedere un film in una grande sala resta

sempre un grande spettacolo che sicuramente non può essere assolutamente paragonato a quando i film si vedono in casa. Bisogna andare al cinema, dove veramente si può

apprezzare un film. La pellicola prescelta a concludere questa XXVI edizione del Capri Hollywood è stata, e non poteva essere diversamente, “E’ stata la mano di Dio” di

Paolo Sorrentino vincitore dell’ambito premio Capri Awards. Ad applaudire in sala c’erano tra i tanti Lorenzo Crea e Martina Narducci, Elena Aceto di Capriglia, Maridì

Vicedomini, Massimo Vernetti, Daniela Sabella, Paola Grilli, Ludovica Nasti, Enzo Agliardi, Rosalba Giugni, Gigi Mingione, Vanni Fondi, Pappi Corsicato, Gianfranco e

Lizzi Amoruso, Ester Gatta, Titti Petrucci, Massimiliano Cerrito, Lorenzo Fiorito, Gennaro Migliore, Giovanni Acampora, Maria Rosaria Nessuno che aveva un ricordo differente della Napoli vista nel film di Sorrentino.

Capri Hollywood al San Carlo
CONTINUA LA LETTURA
Homepage eventi Condividi adesso