Campania, il Covid uccide Carlo: aveva 34 anni. Un mese fa era morta la mamma

2 settimane fa
22 Novembre 2020
di jennifer pagano
Campania, il Covid uccide Carlo: aveva 34 anni. Un mese fa era morta la mamma

Ancora una giovane vittima di Covid-19 in Campania. Si tratta di Carlo Castaldo. Il giovane è spirato oggi nel reparto Covid di Agropoli, in provincia di Salerno. Neanche un mese fa il ragazzo aveva perso la mamma per lo stesso male.

Sin da subito le condizioni di Carlo sono apparse critiche. Il giovane era stato trasferito in terapia intensiva ma le cure dei medici non sono bastate per strapparlo alla morte. La tragica notizia è stata comunicata dal sindaco di Agropoli, Adamo Coppola. “È con profondo dispiacere che devo annunciarvi il decesso di un altro nostro concittadino. Si tratta del giovane Carlo Castaldo. Era ricoverato nel reparto di terapia intensiva del presidio Covid di Agropoli”.
Subito dopo, il primo cittadino del comune cilentano, aggiunge: “Dal principio le sue condizioni sono apparse critiche fino, purtroppo, alla sua scomparsa, avvenuta questa mattina. Un abbraccio forte alla famiglia da parte mia e dell’intera Amministrazione che rappresento per questa perdita tanto dolorosa. Oggi è un giorno triste per tutta la Comunità”.

Tantissimi i messaggi di cordoglio apparsi in queste ore sui social. “Questo maledetto virus ha spento tragicamente la vita di un giovane agropolese, che ha collaborato per anni, con entusiasmo ed innate capacità organizzative, con la nostra grande famiglia. Un ragazzo sempre propositivo, collaborativo, aggregativo, solare. Non ci sono parole per descrivere questo profondo ed immenso lutto che ci ha colpito. A nome dell’Associazione Sbandieratori Agropolesi porgo alla famiglia le più sentite condoglianze per la perdita del caro Carletto”, il post di Ernesto.

Temi di questo post