Attrice e scrittrice, il carisma poliedrico di Claudia Conte

L'attrice si divide tra recitazione, scrittura ed sensibilmente impegnata nel sociale
di  Giuseppe Cossentino
8 mesi fa - 15 Febbraio 2021

1. Sei tra i protagonisti di Resilienza, film per la regia di Antonio Centomani che affronta il

tema del femminicidio. Hai ricevuto insieme a Maurizio Mattioli il Premio del pubblico migliore

attrice al Film Festival dei Castelli Romani. Ci parli del film e della tua interpretazione?

“Resilienza”, tratto da una storia vera, racconta un amore guastato dal virus della violenza, con l’obiettivo

di essere una testimonianza tragica nella sua costruzione sintattica, ma allo stesso tempo uno stimolo a

non lasciare sotto al tappeto della cronaca l’odiosa polvere della violenza uomo/donna.
Interpreto il ruolo di Tania, una ragazza simpatica, un po’ buffa, ritardataria, sempre allegra e con la battuta

pronta. Il personaggio, un po’ sopra le righe, sicuramente colora un po’ i toni dark del film… mi sono divertita

molto e credo che questo sia arrivato al pubblico!

2. Sei un’attivista, molto Vicina ai temi sociali in particolare alle donne…

C’è tanto ancora da fare per l’emancipazione della donna, per le pari opportunità. C’è bisogno di un

cambiamento culturale e sociale, che parta dalla famiglia e dalla scuola. Credo sia importante che le

donne occupino ruoli più importanti in politica, istituzioni, cultura.
Proprio con questo spirito nasce il premio che ho ideato e condotto al Festival del Cinema di Venezia

e alla Festa del Cinema di Roma, Women in Cinema Award (WiCA), un riconoscimento che viene assegnato

alle donne impegnate nel cinema. Abbiamo premiato Paola Cortellesi, Francesca Comencini, Liliana Cavani,

Pezold Orso d’Oro a Berlino, la Presidente dei David di Donatello Piera De Tassis. L’Academy è tutta al femminile

e vanta la presenza di eccellenze del mondo del giornalismo. E’ un segnale importante,sottolineare che le donne

con la loro bravura, il loro talento, la loro tenacia possono raggiungere gli obiettivi che vogliono in un mondo

che sta cambiando. Anche il cinema che è un mondo un po’ maschilista sta cambiando. Speriamo che possiamo

vedere sempre più registe e produttrici. Nei ruoli di potere, ci sono ancora troppo spesso solo gli uomini.

3. In occasione della giornata mondiale contro il bullismo e il Safer Internet Day, sei stata

nell’Istituto Internazionale Marymount per parlare  ai ragazzi di medie e liceo del valore sociale

dell’arte, in cui tu credi fortemente…
È importante parlare ai giovani, trasmettere valori ed esperienze che possano far riflettere. Ho incontrato 800

studenti insieme al Professore del Marymount Arturo Melillo e abbiamo affrontato i temi del bullismo e della

dipendenza dagli smartphone. Infatti dopo il lockdown ho girato con il regista internazionale Stephan H Ahidjo

degli  short movies (S.O.S. e Social Life) che affrontano proprio queste tematiche.

4. Lo scorso 12 febbraio sei stata protagonista di un’iniziativa contro la tratta degli esseri umani

organizzata da Talitha Kum e l’Unione internazionale delle Superiore Generali.
Il traffico di esseri umani è una piaga sociale che spesso fa troppo orrore per essere affrontata. Sono stata

onorata di aver dato voce a Joy, una ragazza straordinaria sopravvissuta alla tratta, la cui testimonianza,

come ha detto Papa Francesco, è “patrimonio dell’umanità”.  Il suo percorso di sofferenza e riscatto è

descritto in uno straordinario libro di Maria Pia Bonanate. Un percorso di maltrattamenti e schiavitù,

ma anche di coraggio, libertà, dignità e speranza.
Non possiamo rimanere indifferenti.

Nata a Cassino nel 1992. Dopo aver conseguito la maturità classica e il diploma teatrale, segue corsi e seminari

alla New York Film Academy e in Italia con Giancarlo Giannini, Mirella Bordoni (Metodo Costa), Eljana Popova

(Metodo Stanislavskij), Gisella Burinato (CIAPA), Ida Sansone. Nonostante la giovane età ha alle spalle tournée

teatrali con testi classici e teatro sacro. E’ stata protagonista femminile dei recital di Vincenzo Bocciarelli

“Solo l’Amore resta”, “Shakespear’s Dream” e “Vita di Francesco”, dello spettacolo “Eros Italiano” di

Mariano Rigillo e di “Comizio d’amore” di Marcello Veneziani. Insieme a Sebastiano Somma ha affiancato

Valerio Massimo Manfredi nello spettacolo tratto dal suo best-seller “Ulisse. Il mio nome è Nessuno”

ed è stata diretta da Francesco Apolloni negli spettacoli “La verità, vi prego, sull’amore” e “Lost in Los Angeles”.

Nel 2020 debutta a teatro in “Racconto d’amore” di Angela Prudenzi, accanto a Pino Calabrese.

Ha preso parte a fiction televisive (Rosy Abate, Don Matteo, Conviventi in affitto, Ci vediamo in tribunale, Gioventù Sballata)

e film per il cinema (Resilienza, Il freddo di marzo, Shall the last be…, Sogni, Psychomentary, Klunni the klown,

Il custode, Loro, Le ali dell’angelo, Un’estate da leoni, La Casalese, 2 e mezzo). Nel 2013 è fondatrice di “Nova Era”,

Associazione che si occupa, attraverso l’espressione artistica e in particolare l’audiovisivo, di progetti con tematica sociale, cui è particolarmente sensibile.

Madrina della Onlus Peter Pan contro il tumore infantile e di ANGELS, la Onlus con obiettivi

di tutela della Convenzione Internazionale sui Diritti per l’Infanzia. Direttrice artistica di rassegne estive.

Appassionata di scrittura poetica, ha pubblicato la silloge “Frammenti rubati al Destino”. Nel 2014 il suo

primo romanzo “Soffi Vitali. Quando il cuore ricomincia a battere” rieditato nel dicembre del 2019 ed è

stata l’autrice più giovane ad aver presentato un’opera al Salone Internazionale del libro di Torino. Nel 2015

ha ricevuto il prestigioso Premio in Campidoglio “Oscar dei Giovani” per il suo poliedrico impegno in campo

culturale, all’interno della “Giornata d’Europa”. Consegue la Laurea Magistrale in Giurisprudenza. Riceve

il Premio Vallecorsa 2018 per il teatro con Michele Placido e nel 2019 il Premio Res Aulica e il Premio Prestige

per le Arti. Spesso cura le letture durante le presentazioni dei libri di grandi autori come Dacia Maraini e Jean Luis Brugues.

Nel maggio 2017 pubblica per Armando Curcio Editore il saggio-romanzo “Il vino e le rose. L’eterna sfida tra il bene

e il male” ed è stata a lungo impegnata in un tour di presentazioni-spettacolo tra cui a Casa Sanremo, Matera 2019

e il Salone di Torino.

Ospite in trasmissioni televisive (Applausi su Rai1, Sabato e domenica 24 su Rai News 24, Il caffè di Rai1,

Mille e un libro e Cinematografo su Rai1, Terza Pagina su Rai3, TgTg su TV2000, Cuochi e fiamme su LA7)

e radio, giurata e madrina di eventi. Ha condotto premi cinematografici come lo Starlight International Cinema Award

all’interno della 67 Mostra del Cinema di Venezia, il Montecatini Film Festival ed il Prato Film Fest. Nel 2019 è stata

impegnata in un tour in Canada protagonista dell’ICFF ed ha partecipato al Gran Ballo Russo interpretando

“Il giardino dei ciliegi” di Cechov. Nel 2019 riceve il Premio Vincenzo Crocitti per il cinema, il Premio Cuore d’Oro

per la solidarietà. Nel 2018 conduce il programma tv “Un Tè Con Te”. Attualmente è impegnata nella registrazione

di Happy Hour per ZVEBTV e Ricette Stellate Italy.

Attrice e scrittrice, il carisma poliedrico di Claudia Conte
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Lifestyle Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST