Achille Lauro, altro che Mille, la detenzione, lo spaccio e le rapine: ” Compravo Kg di droga”

Il passato turbolento del trasgressivo cantante
sei in  Gossip

3 mesi fa - 24 Agosto 2021

Achille Lauro, la detenzione e lo spaccio: “Compravo kg di droga…”

Un particolare sulla vita di uno degli artisti del momento. Achille Lauro confessa alcuni momenti bui dell’adolescenza 

Uno dei cantanti più chiacchierati dell’ultimo periodo è sicuramente Achille Lauro. Si tratta di un ragazzo che ha fatto molto parlare di sé, proprio per le sue esibizioni durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo. Ultimamente ha collaborato insieme a Fedez e ad Orietta Berti nella realizzazione di una delle canzoni che può essere considerata una hit di questa estate. Stiamo parlando del brano Mille.

Se oggi possiamo godere del suo grande talento dobbiamo ringraziare il fratello maggiore di Achille Lauro, uomo che gli ha regalato la passione per la musica. Infatti svolge il ruolo di producer del gruppo romano Quarto Blocco. Non tutti sanno però che Achille Lauro ha vissuto un’adolescenza molto difficile, in quanto è dovuto crescere senza genitori avendo soltanto il fratello maggiore come punto di riferimento.

Il 1990 è l’anno della sua nascita. Il Primo Respiro del nostro amato Achille Lauro è stato fatto il giorno 11 luglio. Il ragazzo è molto popolare anche per i suoi numerosi tatuaggi presenti su una parte molto delicata del corpo, ossia il viso. Lauro De Marinis, in arte Achille Lauro, ha trascorso la sua giovinezza nella periferia di Roma.

La difficile adolescenza di Achille Lauro

A 14 anni è rimasto da solo con il fratello maggiore. Purtroppo, difatti, i genitori hanno deciso di abbandonarli. Da qui la sua vita ha iniziato a prendere una brutta piega inizialmente. Ecco cos’ha rivelato a riguardo un po’ di tempo fa il famoso cantante: “Entrai in contatto con famiglie criminali. Compravo chili di droga che facevo vendere a una squadra di spacciatori che avevo creato. Divenni ricco”.

Come è facile immaginare, questa situazione molto presto finì in un mondo non molto felice per Lauro. Difatti è arrestato e ha trascorso così due mesi in prigione. È stato proprio questo avvenimento che lo ha spinto a cambiare vita, fortunatamente, chiudendo totalmente con quel passato. Grazie al fratello, Achille Lauro poi si è avvicinato al mondo della musica. Molto più precisamente prediligendo i generi punk rock e rap.

Sembra che condivida il suo successo con la sua fidanzata, di nome Francesca. Tuttavia, in merito a tale notizia, non si hanno troppi dettagli né tantomeno conferme. È possibile affermare quindi che Achille Lauro è riuscito a fare molti passi in avanti, ottenendo in questo modo la vita serena che tanto stava inseguendo.

Achille Lauro, la detenzione e lo spaccio: “Compravo kg di droga…”

Un particolare sulla vita di uno degli artisti del momento. Achille Lauro confessa alcuni momenti bui dell’adolescenza 

Uno dei cantanti più chiacchierati dell’ultimo periodo è sicuramente Achille Lauro. Si tratta di un ragazzo che ha fatto molto parlare di sé, proprio per le sue esibizioni durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo. Ultimamente ha collaborato insieme a Fedez e ad Orietta Berti nella realizzazione di una delle canzoni che può essere considerata una hit di questa estate. Stiamo parlando del brano Mille.

Se oggi possiamo godere del suo grande talento dobbiamo ringraziare il fratello maggiore di Achille Lauro, uomo che gli ha regalato la passione per la musica. Infatti svolge il ruolo di producer del gruppo romano Quarto Blocco. Non tutti sanno però che Achille Lauro ha vissuto un’adolescenza molto difficile, in quanto è dovuto crescere senza genitori avendo soltanto il fratello maggiore come punto di riferimento.

Il 1990 è l’anno della sua nascita. Il Primo Respiro del nostro amato Achille Lauro è stato fatto il giorno 11 luglio. Il ragazzo è molto popolare anche per i suoi numerosi tatuaggi presenti su una parte molto delicata del corpo, ossia il viso. Lauro De Marinis, in arte Achille Lauro, ha trascorso la sua giovinezza nella periferia di Roma.

La difficile adolescenza di Achille Lauro

A 14 anni è rimasto da solo con il fratello maggiore. Purtroppo, difatti, i genitori hanno deciso di abbandonarli. Da qui la sua vita ha iniziato a prendere una brutta piega inizialmente. Ecco cos’ha rivelato a riguardo un po’ di tempo fa il famoso cantante: “Entrai in contatto con famiglie criminali. Compravo chili di droga che facevo vendere a una squadra di spacciatori che avevo creato. Divenni ricco”.

Come è facile immaginare, questa situazione molto presto finì in un mondo non molto felice per Lauro. Difatti è arrestato e ha trascorso così due mesi in prigione. È stato proprio questo avvenimento che lo ha spinto a cambiare vita, fortunatamente, chiudendo totalmente con quel passato. Grazie al fratello, Achille Lauro poi si è avvicinato al mondo della musica. Molto più precisamente prediligendo i generi punk rock e rap.

Sembra che condivida il suo successo con la sua fidanzata, di nome Francesca. Tuttavia, in merito a tale notizia, non si hanno troppi dettagli né tantomeno conferme. È possibile affermare quindi che Achille Lauro è riuscito a fare molti passi in avanti, ottenendo in questo modo la vita serena che tanto stava inseguendo.

Achille Lauro, la detenzione e lo spaccio: “Compravo kg di droga…”

Un particolare sulla vita di uno degli artisti del momento. Achille Lauro confessa alcuni momenti bui dell’adolescenza 

Uno dei cantanti più chiacchierati dell’ultimo periodo è sicuramente Achille Lauro. Si tratta di un ragazzo che ha fatto molto parlare di sé, proprio per le sue esibizioni durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo. Ultimamente ha collaborato insieme a Fedez e ad Orietta Berti nella realizzazione di una delle canzoni che può essere considerata una hit di questa estate. Stiamo parlando del brano Mille.

Se oggi possiamo godere del suo grande talento dobbiamo ringraziare il fratello maggiore di Achille Lauro, uomo che gli ha regalato la passione per la musica. Infatti svolge il ruolo di producer del gruppo romano Quarto Blocco. Non tutti sanno però che Achille Lauro ha vissuto un’adolescenza molto difficile, in quanto è dovuto crescere senza genitori avendo soltanto il fratello maggiore come punto di riferimento.

Il 1990 è l’anno della sua nascita. Il Primo Respiro del nostro amato Achille Lauro è stato fatto il giorno 11 luglio. Il ragazzo è molto popolare anche per i suoi numerosi tatuaggi presenti su una parte molto delicata del corpo, ossia il viso. Lauro De Marinis, in arte Achille Lauro, ha trascorso la sua giovinezza nella periferia di Roma.

La difficile adolescenza di Achille Lauro

A 14 anni è rimasto da solo con il fratello maggiore. Purtroppo, difatti, i genitori hanno deciso di abbandonarli. Da qui la sua vita ha iniziato a prendere una brutta piega inizialmente. Ecco cos’ha rivelato a riguardo un po’ di tempo fa il famoso cantante: “Entrai in contatto con famiglie criminali. Compravo chili di droga che facevo vendere a una squadra di spacciatori che avevo creato. Divenni ricco”.

Come è facile immaginare, questa situazione molto presto finì in un mondo non molto felice per Lauro. Difatti è arrestato e ha trascorso così due mesi in prigione. È stato proprio questo avvenimento che lo ha spinto a cambiare vita, fortunatamente, chiudendo totalmente con quel passato. Grazie al fratello, Achille Lauro poi si è avvicinato al mondo della musica. Molto più precisamente prediligendo i generi punk rock e rap.

Sembra che condivida il suo successo con la sua fidanzata, di nome Francesca. Tuttavia, in merito a tale notizia, non si hanno troppi dettagli né tantomeno conferme. È possibile affermare quindi che Achille Lauro è riuscito a fare molti passi in avanti, ottenendo in questo modo la vita serena che tanto stava inseguendo.

Achille Lauro, altro che Mille, la detenzione, lo spaccio e le rapine: ” Compravo Kg di droga”
CONTINUA LA LETTURA
Homepage Gossip Condividi adesso
TEMI DI QUESTO POST